Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2016

Oricup Samone

Immagine
Visto che dalla Puglia non arriva nessuna spiegazione, e che da una "gola profonda" della FISO arrivano spiegazioni abbastanza convincenti (per quanto per me del tutto indimostrabili) mi rimetto a fare il mio lavoro, cioè cazzeggiare con post inutili sulle mie garette.
Di nuovo Oricup inverno, questa volta a Samone, senza Fabietto, che non si prende neanche la briga di giustificare l'assenza. E chissà se ci incroceremo più, dato che sta per partire per l'erasmus in Tantamona.
Non mancano dei bei nomi, e il tracciato è divertente, inoltre è un'altra di quelle assurde giornate di questo cavolo di inverno, che a fine gennaio si corre in braghe corte e maniche corte e c'è anche un bel sole. Siccome è tutto così bello, due metri dopo il triangolo, su strada asfaltata, dovrei andare a sinistra e vado a destra. Può essere che la carta lì non sia proprio perfetta, ma sta di fatto che ci metto un minuto o giù di lì a raccapezzarmi, e a quel punto se per caso mi fosse…

Puglia: è vero davvero??? AGGIORNAMENTO

Immagine
Avevo scritto il post qui sotto, ma poi un lettore mi ha fatto notare che la lettera è datata 12 marzo 2015, e allora non si capisce perché sia stata pubblicata ieri.
Una bozza vecchia e superata che si è auto-pubblicata per errore?
a questo punto i chiarimenti vanno chiesti alla FISO Puglia, alla quale li chiedo immediatamente
Dario






Leggo casualmente sul sito FISO in una notizia regionale di oggi, questa lettera del Comitato Regionale Puglia. La riporto integralmente sotto.
Ora, non è che io abbia un gran ricordo del campionato italiano sul Gargano (quello famoso delle lanterne mancanti, la 45 e la 64, tanto per autocitarmi un po').
Ma se le cose stessero veramente così come dice la lettera, forse è il caso di valutare seriamente la scelta di Rusky, di tesserarsi per la federazione slovena.
Vi prego, ditemi che non è davvero così, possibilmente portando delle prove piuttosto convincenti. O se è davvero così, spiegatemi bene bene perché non è la castronata stellare che sembra.



OG…

VeNotte 2016

Immagine
E dopo Natale arriva VeNotte, e la primavera è un po' più vicina.

Inutile che io ripeta per l'ennesima volta quanto mi piace questa gara, Venezia è sempre Venezia, l'orienteering è sempre l'orienteering, e la notte è sempre la notte. Mettete insieme e fate voi.
Quest'anno quelli del Galilei hanno provato a mischiare un po' le carte, con risultati forse da rivedere. Ottimo lo spazio in palestra, ma disastrosi i servizi (un bagno per gli uomini e uno, credo, per le donne, un po' poco per qualche centinaio di persone), e addio anche alle mitiche docce bollenti degli anni passati. Magari i primi sono riusciti a farle calde, ma quando l'ho fatta io era a temperatura canale. Il sistema di punching start ha creato un grande ingorgo, almeno fino a quando hanno deciso di far partire ogni 30''. Questo ha smaltito velocemente la fila, ma agonisticamente parlando non era probabilmente l'ottimo (ma dell'agonismo non so se fregava a qualcuno dei parte…

DolORI e allORI 2015

Immagine
Mesi dopo Stegal, eccomi con il mio personale consuntivo dell'anno passato, orientisticamente (o quasi) parlando. Annata invero piuttosto soddisfacente, che però ha confermato in gran parte quello che già sapevo: molto buono sulle sprint, discreto con punte buone sulla long, rivedibile sulle middle. E in ogni caso ancora ben lontano da Re Carlo su qualsiasi distanza, e anche da Pin-Grassi-Grassi nelle middle tecniche. Va detto però che quest'anno il peggiore dei miei "errori tragedia" è stato sui 7 minuti, invece dei classici 12-13 degli anni scorsi. Di questo passo il mondiale M90 è proprio mio.
dolORI
I Coppa Italia - Sprint - Belluno
Se mi fanno cominciare la coppa Italia con una sprint in città in mezzo alle Dolomiti, il minimo che possa fare è arrivare alle solite spalle di Rigoni. Invece riesco ad arrivare ben 19esimo, credo mio record negativo in una sprint. Il mio capolavoro è alla 5, alla quale passo a meno di mezzo metro di distanza senza accorgermene, d…

Caro O-2016

Immagine
Caro O-2016,
dato che quest'anno cominci presto, con la mitica VeNotte del 16 gennaio (ma senza categorie, solo colori, quindi niente ambizioni di vittoria bis in M35 e in "nero" ci saranno sicuramente Tenani e un sacco di primierotti velocissimi) ti scrivo presto anch'io.
Dato che sei un anno pari, dovresti essere un anno di medaglie agli italiani, ma ne ho vinta una l'anno scorso, e magari mi viene scalata dal conto di quest'anno, quindi vedremo. E in ogni caso ho ormai capito che le medaglie agli italiani sono come le donne, che se le corteggi troppo poi non ti vogliono più. Così quest'anno farò il vago con loro e mi concentrerò su altro.
Ma proprio altro altro, talmentre altro che non ci saranno neanche le lanterne. Invece di sognarmi fin d'ora giorno e notte il fine settimana del 7-8 maggio dalle parti del Primiero, con gli italiani sprint e middle a Canal San Bovo e Calaita, ho già iniziato già da un po' a sognare i posti dove correrò la Do…