Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2016

III Coppa Italia - long Val Malene

Immagine
Passi le sprint in centro storico, ma se iniziamo anche con le long in bosco...
Coppa Italia, long in val Malene

1. Ruggiero
2. Pedrotti
3. Neuhauser

solo che sta volta oltre che Rigoni, che si porta via le 6 marmellate per il vincitore, c'è anche Stefano Cristellon (ma chi lo ha invitato?) che si porta via le mie due. E io finisco senza neanche la consolazione del podio. Mi sa che devo trovare un altro sport, ancora più di nicchia, e senza lombardi. Stavolta non è neanche stata colpa di Stegal.
La gara è stata molto bella, molto fisica, tecnica il giusto, difficile ma senza punti bingo, vegetazione rigogliosa e esuberante ma senza verdi 8 da guadare, un po' di sana fatica, anche se neanche stavolta i tracciatori hanno avuto il coraggio di farci stare in bosco quanto ai bei tempi delle vere "long".
La mia gara è stata regolare ma non brillante. Arrivato al traguardo mi sembrava di essere andato molto bene, ma gli split non sono molto d'accordo.  Alla 1 ero già set…

III Prova Sprint Race Tour - Borgo Valsugana

Immagine
È passato un sacco di tempo, ma tanto, ormai...

Queste gare sono ormai diventate meno interessanti di quelle di bici ai tempi di Merx. Peggio ancora di quelle in M35 degli anni scorsi. Almeno una volta si sapeva che vinceva Rigoni, e poi chissà. Adesso le classifiche delle gare in centro storico della categoria Master sono così

1. Ruggiero
2. Pedrotti
3. Neuhauser

e, se c'è Rigoni, si infila su uno dei posti del podio. Non molto avvincente, no?

Naturalmente il crollo negli ascolti radio televisivi e nel sostegno degli sponsor è tutta colpa di Ruggiero, in parte supportato dalla ormai noiosa costanza di Pedrotti e Neuhauser, che meriterebbe miglior sorte di "quelli dopo Ruggiero".
A Borgo Valsugana (carta non irresistibile e già varie volte corsa) Rigoni si è infilato al secondo posto, 3'' dopo Mario e 35'' prima di Dario.
Certo, le cose avrebbero potuto finire diversamente se lo Speaker non fosse ormai smaccatamente schierato con Ruggiero (ma d'altra p…

l'Orsa

Immagine
Dato che tanto come andrà a finire questo fine settimana lo sanno già tutti (nella sprint Race Cup Re Carlo sabato a Borgo Valsugana si riprenderà lo scettro anche nella sprint, lasciandosi dietro a mezzo minuto il monotono Ruggiero, seguito ad un altro mezzo dal desolato Pedrotti, mentre domenica nella long di Coppa Italia val Malene uguale, ma con uno a scelta fra Ingemar, Paolo, Simone o un cristellon qualsiasi, che potrebbero desolare ancora di più il Desolato) lo scorso fine settimana sono andato a fare altro.
L'obiettivo rimane sempre la Dolomiti Sky Run e i suoi 130+10.000, ammesso che l'antipasto della Dolomiti Extreme, con soli 103+7000 non mi vada per traverso, così sono andato a farmi un trail di antipasto all'antipasto: 50 miseri chilometri con 3000 metri di dislivello e 3000 litri di acqua sulla testa.
Considerando che le previsioni erano di selvaggi temporali sparsi per tutta la giornata, è andata più che bene. L'idea di trovarmi in cima al Monte Baldo f…