Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2014

Stelle a VeNotte

Immagine
Il programma per il fine settimana è molto minimale: trasferta a Venezia, vittoria in M35 e prosecuzione di week-end romantico in laguna con l'Anto. In M35 in centro storico più veloce di me c'è (forse) solo Buselli, e sto molto bene. Tra il dire e il fare c'è di mezzo il mare (questa volta in senso stretto, dato che per arrivare al traguardo dovrò superare 42 ponti) e, come si sa, nell'orienteering correre non basta, ma sono fiducioso e convinto di poter finalmente riuscire a portarmi a casa il primo posto ad una gara a Venezia.
Il mio fine settimana inizia sabato alle 3 di mattina, quando mi sveglio per l'agitazione. Ma non è quella che a 18 anni mi faceva dormire male prima della finale provinciale del torneo di basket fra scuole superiori. Assomiglia molto di più a quella che a 6 non mi faceva addormentare quando il giorno dopo si partiva per il mare o si andava a Gardaland. E se a quarant'anni si riescono a provare le emozioni dei 6, vuol dire che fare or…

Orienteering da divano, ma non solo

Immagine
Non sempre in inverno si riesce a fare orienteering dal vero, ma ci sono un po' di "succedanei" più o meno efficaci. Un grande classico è "catching features", un gioco di orienteering simulato liberamente scaricabile (almeno nella versione demo) da qui, ma c'è anche dell'altro.
La Melin Software "è una software company con sede in Uppsala nel mezzo della Svezia" che sviluppa software per pc (ovviamente) e si è specializzata in "software for orienteering". Da quanto capisco dal sito, ha sviluppato WinOL - Orienteering for Windows e il suo successore Oriantica, con grafica e altro rinnovate. Pare si possa giocare con amici o in rete, e addirittura importare mappe da OCAD, ma probabilmente solo nella versione a pagamento. La demo si può scaricare qui, con l'obiettivo, come dice il loro sito, di "Put the finishing touches to your technique".
Per chi non "compera" mai a scatola chiusa, o ha 11 minuti da buttare, im…

Bis a Bas(elga)

Immagine
L'Orienteering d'inverno è come il calcio d'agosto e se vincere il Trofeo Berlusconi o il Trofeo Birra Moretti non vuol dire un gran che rispetto alla vittoria del campionato, figurarsi quanto possa contare vincere le gare di Oricup-Inverno. Però vincerle è più divertente che non vincerle, e farle bene dà più morale che farle male.
Dopo la vittoria contro nessuno della gara di Fondo, bisso a Baselga di Piné contro qualcuno, ed è un bi-bis, perché bisso anche rispetto alla gara di Baselga dell'inverno scorso. Accanto a me sul podio, che gli organizzatori hanno il buon gusto di non mettere in scena, ci sono Andrea Segatta, che corre come non si vedeva da tempo, e Fabio Daves, che invece purtroppo corre come al solito.
La carta non è diabolica, ma la gara è divertente: anche se le vere scelte sono pochine, tratte dove bisogna solo correre ce ne sono giusto un paio, quindi bisogna mantenere alta la concentrazione dall'inizio alla fine. I miei obiettivi di giornata eran…

Primo a(f)Fondo

Immagine
Fondo - Si apre come meglio non avrebbe potuto sperare la stagione agonistica di Dario Pedrotti, il forte atleta della storica società US San Giorgio, che sulle nevi di Fondo regola gli avversari in una gara impegnativa quanto avvincente e regala la prima gioia dell'anno ai propri tifosi.
Ingegner Pedrotti, si aspettava questa vittoria? Più che aspettarmela la desideravo fortemente. Dopo la vittoria a Roma e la debacle alla gara di Oricup-Inverno di Borgo Valsugana, era importante ritrovare subito il giusto feeling con la vittoria, e ci sono riuscito. Ogni vittoria è naturalmente una grande soddisfazione, ma devo dire che iniziare così la stagione è una gioia enorme, anche perché non ero mai riuscito a cominciare l'anno con un trofeo, e inoltre la gara era valida come seconda prova della SuedtirolCup 2014.
Come ha trovato questa gara? Conoscevo la carta per averci corso in un paio di occasioni, e la sapevo ricca di insidie, ma molto bella. A livello psicologico ho dovuto supera…