Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2013

Diari di uno Scairanner

Immagine
Ho cominciato a correre in montagna pochi mesi dopo aver dichiarato “quella per me è fatica gratuita...”, semplicemente perché sono rimasto fulminato dalla processione di runners sulle zeta della Forcella Pordoi, immortalati durante un'edizione della Dolomites Sky Race di qualche anno fa. E poi non ho più smesso.
“Diari di uno Scairanner” è un tentativo di condividere tutte le emozioni che vivo lassù, consapevole del fatto che solo chi ci ha provato le capirà davvero, mentre per gli altri rimarranno “robe da matti”. Come dice la quarta di copertina, “Dalle emozioni di tre edizioni della Dolomites Sky Race a quelle degli allenamenti invernali in solitaria, passando per i chilometri piatti di un paio di mezze maratone e l'esperienza extra long di un ultra trail da 65 km, Diari di uno Scairanner ripercorre in modo scanzonato migliaia di passi corsi lontano dal traffico, dall'asfalto e dalla gente. Un inno alla corsa in montagna come modo per sentirsi semplicemente un puntino…

Toto Subiaco

Immagine
- 3 ai campionati italiani di Subiaco. Dato che pare ci sia in giro un sacco di gente che non sa cosa fare e non trova di meglio che perdere il suo tempo sul mio blog, vi propongo un toto-Subiaco. Naturalmente di tutte le altre categorie non ne so nulla, quindi qui si raccolgono scommesse solo sulla M35, dove l'assenza di King Karl rende la gara aperta a molti podi possibili.
I risultati più o meno recenti dicono che fra i partenti i più veloci sono, in rigido ordine alfabetico, Buselli, Cipriani e Pedrotti. Qualche secondo al km più lenti dovrebbero essere sulla carta Pin e Grassi PM, tallonati da Grassi S e Neuhauser. Per la serie "a volte ritornano" sono della gara anche Gobber e Dalla Santa, stando a quello che dicono loro leggermente più lenti di Simone e Ingemar, ma non sono affatto sinceri. E poi c'è l'incognita Bianchi, che è appunto incognito.
Dato che è orienteering e non corsa su pista, la velocità da sola non servirà a niente, e quanto a tecnica secondo…

2° Coppa Italia Lessinia

Immagine
Dopo aver tentato un paio di volte di sterminare la famiglia in autostrada fra Padova e Verona per recuperare il tempo perso con una scelta di percorso rivelatasi infelice, arrivo in Lessinia ampiamente per tempo, e mi posso rilassare. La temperatura è piuttosto rigida, il cielo non si capisce che intenzioni abbia, e i prati che si vedono dal ritrovo sono coperti di neve. L'ultima volta che avevo potuto guardare il blog dedicato alla gara era stato venerdì sera, e recitava "E' stata eseguita una seconda ricognizione in zona gara e la situazione rispetto alle ore 15 non è cambiata: 5 cm. di neve fresca e rigagnoli d'acqua lungo la strada, segno di un costante discioglimento." Con Zonato ho da un po' un rapporto franco e allegro, e l'unico pensiero possibile guardandosi intorno è "che minchione!". Scoprirò solo molto più tardi che il sabato pomeriggio aveva nevicato 5 ore e quindi il povero non aveva colpe.
In ogni caso, non vedo l'ora di par…

Verso Subiaco

Immagine
Mancano 10 giorni ai campionati italiani sprint 2013 e se gli altri anni questa era solo una delle mie gare preferite, quest'anno sono al limite delle lacrime di commozione, perché la carta mi piace da matti. È il tipico borgo tutto vicoli e scalette dove ho sempre sognato di correre, e il rimpianto per il fatto che la gara sarà cortissima (in M35 la lunghezza è 1,8 km, che è pochissimo, anche se è vero che su una carta così fra la lunghezza in linea d'aria e il percorso ci sarà moltissima differenza) è compensato dal fatto che sarà una gara da correre in apnea, e i 185 metri di dislivello renderanno il mix di acido lattico e adrenalina ancora più eccitante.
Se è vero davvero che quest'anno Rigoni rimarrà nel regno di Primiero e non scenderà in Latinia, io quest'anno voglio vincere il titolo italiano sprint. Lo vorrei vincere anche se ci fosse lui, ma se non c'è ho qualche possibilità concreta. Per ora per riuscirci basterà battere Buselli, i Grassi Brother, Cipria…

Campionato Trentino Long - Hinterbech

Immagine
Avevo lasciato Hinterbech due anni fa molto molto depresso, dopo una finale nel campionato italiano middle in cui avevo perso ancora prima di partire, arrivando in partenza assiderato per aver rifiutato la termica che Segatta mi voleva prestare, e spendendo quasi tutte le mie energie fisiche e mentali per fuggire alla morte bianca. Pioveva ed era freddo assai. Depresso anche perché la carta era proprio bella.
Così non potevo mancare al campionato Trentino-Veneto long organizzato lì dall'Erebus (completo anche di D.l.C. che dopo essere riapparso al gazebo della partenza magari ricomparirà anche in gara). Anche perché alle 7.30 partendo da Trento sembrava una giornata spettacolare, con un cielo azzurro come non se ne vedeva da tempo. Poi lì per non smentirsi abbiamo finito anche stavolta nel fango e sotto l'acqua, ma almeno sta volta la gara era finita (almeno per il 90% dei partenti o forse più).



In M35 c'erano un sacco di bei nomi: Pin, Cipriani, Corradini, Neuhauser, Gob…

Grazie, ragazzi!

Immagine
Colonna sonora consigliata. Sono le ultime luci prima dell'alba quelle più importanti. È in quei momenti che sui quei terreni dove siete abituati a gareggiare spensierati durante il giorno, si muovono delle figure straordinarie.
Non so se sono davvero loro, perché fino ad oggi tutti i membri di quella fantastica congrega hanno custodito gelosamente il segreto nei loro cuori, ma non faccio fatica ad immaginarmeli. 
Marco Bezzi, con uno zaino pieno di birre.  Cosimo Guasina con Tanà che corre al suo fianco.  Stefano Zarfati mentre canticchia fra sè e sè i suoi successi al Festivalbar.  Stefano Zonato con gli occhiali col rialzo in polistirolo.  Dennis Dalla Santa rilassato nel fare quello che fa da una vita.  Massio Bianchi che nel frattempo parla anche agli alberi.  Alessio Rozzi quasi sicuramente senza Larry al fianco.
Mi sembra di vederli, le prime luci del giorno già colorano l'orizzonte, e loro sono lì, coperti da un pesante pastrano o una pelliccia di animale annodata att…

Gara regionale - Pradellano

Immagine
Ci sono gare in cui arrivi in fondo pensando di essere andato male, e così è. Ce ne sono altre in cui ti sembra di non essere andato malaccio, ma poi guardi i risultati e vedi che ci hanno tutti messo un'ora di meno e capisci che invece sei proprio andato malaccio. Poi ce ne sono di quelle che prima ti sembra non male, poi leggi e ti sembra male, poi fai due conti e insomma dai.
Domenica è stato il caso C, ma è un "insomma dai" da minimo sindacale. Dopo una partenza oggettivamente orrorosa (molto indeciso sulla 1, molto indeciso sulla 3, semiperso sulla 5) mi sembrava di essere andato discretamente da lì alla 18 e poi ancora dalla 20 alla 24 e mi ero tirato su. Poi all'arrivo scoprivo di essere 11esimo a 16 minuti da Rigoni, 9 da Miori e Christine Kirchlechner, e 2 da Ingemar, solo per nominarne alcuni, e mi ero buttato giù. Poi ci ho ripensato e considerando che correvo in MA (La Regia Provincia Autonoma di Trento ha deciso che la M35 non è una categoria degna di es…

Memorial Gruber - Koessler: ripasso del programma

Immagine
Normalmente ogni anno ricomincio la stagione orientistica con prestazioni abominevoli costellate dei più diversi errori, che mi dimostrano che la lontananza invernale dalla cartina ha lasciato il segno, ma mi servono anche un po' da promemoria per le gare successive. Quest'anno, complice anche forse il richiamino hard di Lipica, le prime gare dell'anno sono andate via con una serie di prestazioni più che discrete, non sempre eccellenti a livello di risultati, ma tecnicamente incoraggianti.
Siccome però in vista dei prossimi importanti appuntamenti (campionato trentino long, due coppe Italia, campionati italiani sprint) è bene fare un ripasso generale di tutti gli argomenti del programma, ho approfittato della tradizionale gara altoatesina del primo maggio (quest'anno a Nova Ponente) per ricordarmi tutte in una volta quasi tutte le cose che un orientista non dovrebbe fare e quasi tutte quelle che invece dovrebbe.
Potendo scegliere, non avrei scelto questa data e questa …