Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2012

Campionato trentino-veneto middle

Immagine
Non mi legge più nessuno, quindi non vale la pena che stia qui a buttare troppo tempo. Ma dato che io da anziano mi leggerò, almeno qualche appunto...
La strada per raggiungere Campogrosso a causa di lavori stradali è più lunga del previsto, e arrivo in loco all'ultimo momento, agitato come un M16 ai suoi primi campionati italiani. Considerando che sono un M35 ai suoi svariati campionati provinciali, non è un buon segno. Mi devo anche far prestare un paio di calzini, che ho dimenticato, neanche quello un bel segnale. Me ne vado a corricchiare fra i mughi, è un bel posto, e funziona abbastanza. Quando arriva in partenza ho in mente solo il mantra di giornata "parti tranquillo".
Parto tranquillissimo, e dopo 2' sono già perso. Opinioni più autorevoli della mia dicono che ad essersi perso era il cocuzzolo dietro al quale doveva esserci la lanterna (il Bezzi dice che è un problema tipico delle carte omologate al 15.000 e poi portate al 10.000). Sta di fatto che al minuto…

JTT Race a Serrada

Immagine
Noi che vinciamo le medaglie agli italiani middle sappiamo che la middle è una gara infida.
Noi che vinciamo le medaglie agli italiani middle sappiamo che l'importante è partire bene.
Noi che vinciamo le medaglie agli italiani middle sappiamo che se entri bene in carta è fatta.
Noi che vinciamo le medaglie agli italiani middle sappiamo che sulla prima devi andare sul facile.
Noi che vinciamo le medaglie agli italiani middle sappiamo qual è la scenta migliore per la prima.
Poi, fra di noi, c'è chi fa la scelta migliore, e chi no. Io, no.

JTT Race  vuol dire gara dello Junior Team Trentino, una gara che tutti gli anni organizzano al termine del raduno dei giovincelli trentini per fare un po' di festa e raccattare qualche soldino. Quest'anno raduno e gara sono a Serrada, e la carta la conosco, è bastarda. La giornata è bellissima, è da 15 giorni che non corro, non vedo l'ora.
Arrivo in partenza un po' presto e sto lì ad aspettare. Cerco di non distrarmi, ma forse n…

5° Coppa Italia: Lago dei Caprioli

Immagine
Tradizionalmente il giorno dopo del campionato italiano sprint c'è una long di Coppa Italia, che serve a taluni per dare a 500 km di viaggio un senso un po' più sensato di 20' di gara sprint, e a talaltri per tentare di ricomporre la psiche dopo le scoppole del giorno prima. Io faccio parte dei talaltri, ma l'osticità della carta, su cui ho già corso qualche anno fa, non dà garanzie sulla riuscita dell'operazione "ricomporre".

Il posto sarebbe splendido, ma se la settimana prima hai corso a Carezza viene un po' da fare i difficili. Il bosco è bellissimo, ma un po' meno. Le montagne sono belle, ma non sono il Latemar e il Catinaccio. Il lago è molto bello, ma non ha i colori di quello di Carezza. Ma il Monteginer che organizza la gara è probabilmente intrallazzato con la locale azienda per il turismo, e allora cerca di riguadagnare dei punti mettendo l'arrivo a due passi dalla riva, e facendo correre a quasi tutte le categorie tre fantastici pu…

Campionato italiano sprint

Immagine
Le sprint sono fatte di attimi fuggenti. Il mio attimo se ne è fuggito alla 3, quando dopo una discreta 1 e una tollerabile 2 mi sono lasciato distrarre da Marco Seppi che andava spedito alla sua e senza neanche accorgermene l'ho seguito senza guardare bene la carta. Dalla mia occhiata fugace mi pareva che la mia 3 fosse su una radice, e da lontano mi pareva di vedere una radice vicino alla lanterna dove stava andando lui, e sono andato con lui. Ma là non c'era nessuna radice, e comunque la mia non era sulla radice. Ho letto il codice e ho almeno capito che non era la mia, ma da lì a trovare la mia 3 sono passati quei 34'' che mi hanno lasciato ai piedi del podio.
Podio su cui è invece salito, insieme a Re Carlo e al Rivale, "un certo Francesco Buselli", che solo la mia giovane età orientistica mi aveva permesso di non mettere fra i favoriti. Si dà il caso infatti che quando io nel 2000 rifiutavo gli inviti ad andare a provare l'orieteering da quello che…

Sara

Ha scelto l'altro.
Se l'è meritata.



-1 al 2 giugno

Domani è il 2 giugno, e chi segue questo blog sa bene che non è la festa della Repubblica l'evento più importante. Le griglie di partenza non sono ancora uscite, si vede che il Bezzi aveva altro di più importante da fare (del resto sul sito c'è scritto che "non usciranno prima del pomeriggio del 31 maggio", quindi sono stati sinceri).

Anzi no, sono uscite! (grazie Silvan) Griglia con 2' di distanza fra un concorrente e l'altro, quindi sta volta non ci sono santi: sul podio finiranno i 3 più forti, o almeno i 3 che in questa gara andranno meglio. 
Se come me non vedete l'ora che sia domani alle 13, e non sapete come farvi passare il tempo, potete occuparne una parte andando a dare una occhiata al "guest post" che Larrycette mi ha estorto con una corte spietata. Con totale mancanza di modestia e un pizzico di captatio benevolentiae verso le abituali lettrici di quel blog, l'ho intitolato "Ori-abeceDario per Sartine e Cuochette".
T…