AcCIPicchia!

Tanti anni fa, quando correvo in MB e prima ancora in MC, avevo un rivale, che si chiamava (e tuttora si chiama) Daniele Martignago. Alle volte ero io a battere lui, alle volte era lui a battere me, spesso erano vari altri a battere tutti e due, ma era a lui che pensavo quando arrancavo su per una salitella, nel mio singolo allenamento a settimana. Poi io sono stato morso dalla tarantola dell'agonismo, e ho iniziato ad allenarmi più spesso e a salire di categoria, lui è rimasto tranquillo in MB (e magari si diverte di più di me...) e io mi sono trovato nuovi avversari. Veri, perchè alle volte riuscivo anche a batterli, o teorici, perchè erano del tutto fuori dalla mia portata, ma avere un avversario per me ha sempre aggiunto un ulteriore pizzico di gusto a quel grande gioco che è l'orienteering, tanto che proprio sul culto del Nemico ho iniziato a scrivere questo blog, celebrando la mia epica sfida (persa) contro Visioli al MOV del 2009.

Da un po' di tempo in qua non occorrono neanche più grossi sforzi di fantasia, perchè il Rivale, l'Avversario, il Nemico, me lo ritrovo anche alle gare dell'oratorio. Ed è bellissimo, perchè se c'è lui anche le gare dell'oratorio diventano un campionato mondiale. Ed è bruttissimo, perchè mi batte sempre. O quasi.

Lui, il Rivale, l'Avversario, il Nemico, è il Cip, al secolo Andrea Cipriani. E solo REM con il suo software che non mi vuole mollare, sa quante volte mi ha già battuto. E lo ha fatto anche sabato. Ma se un mese fa a Villa Agnedo non mi avrebbe battuto "se io non avessi fatto PM", sta volta non mi avrebbe battuto "a parità di interpretazione del regolamento".

Al via della seconda prova del trofeo CSI del Trentino 2012, non siamo in tantissimi, 13 in M35, la maggior parte dei quali non proprio degli habituè dell'orientamento. Ma c'è Il Rivale, e c'è Segatta, ed è la prima gara ufficiale dell'anno, quindi le motivazioni non mancano.

Scurelle non è una metropoli, ma Matteo Sandri riesce a tirarne fuori una gara interessante, con qualche scampagnata e un paio di tratte un po' lunghe, ma che nella parte centrale costringe ad una attenzione perpetua. Io ci metto un po' a trovare il triangolo, commetto una sbavatura sulla 3 e un orrore sulla 4, mi accorgo appena in tempo che dalla 6 devo andare alla 7 e non alla 1 ma non vedo per un attimo il vicolo che mi ci deve portare, mi fermo un attimo a riguardare indeciso la carta prima della 10, sbaglio giro per la 11 e scelta per la 17, e mi attengo scrupolosamente al divieto di attraversamento segnato in carta a mano all'ultimo minuto da Matteo per dei lavori in corso iniziati la mattina, per la 20. Lui, il Rivale, fa quasi tutto uguale, ma si attiene meno scrupolosamente, guadagnando 38'' dalla 19 alla 20 e finendo col battermi per 37''. Dato che il direttore di gara è stato molto comprensivo con i vari che hanno fatto altrettanto, ha avuto ragione lui. Ma verrà un giorno.
 
Dalla mia gara traggo un paio di utili insegnamenti, sulla opportunità di fare molta attenzione alle tratte apparentemente banali in campagna, e su quelle in cui il tracciatore sembra volerti fare andare e tornare dalla stessa strada: dalla 16 alla 17 la scelta bassa, split alla mano, era decisamente più veloce. 
 

Commenti

  1. il software l'ha fatto daniele di Roma, a.k.a. el guardo a.k.a. damnedaniele, chiedi pure a lui
    http://www.asdorsamaggiore.it/

    il tool dice che siete circa 26-7 per CIP

    fino al 2010: 12-6
    dal 2011: 14-1

    RispondiElimina
  2. Sulla tratta 19-20 hai pienamente ragione. Io ero in scia al Cip, l'ho intravisto passare. E ho anche visto almeno altre 6-7 persone che passavano. Ho pensato di fare il giro come te.... ma essendo anche cotto a fine gara non ce l'ho fatta. La prima cosa che ho fatto all'arrivo è stato dirlo a Matteo.
    Certo è stata anche una buona dose di sfortuna... lavori proprio il giorno e l'ora della gara. E durante apertura di corridoio pedonale..... Era destino.
    Non avevo notato nemmeno io la scelta bassa per la 17.... tagliando dal prato si accorciava parecchio.

    RispondiElimina

Posta un commento

non lasciate commenti anonimi, suvvia...

Post popolari in questo blog

Trento - Cima Ghez, con brivido

Il mio Adamello Ultra Trail

Niente 1° di Oricup!