Le risposte del Pres. Gazz.!!!

Risposta 1
Gentile signor Pedrotti,
stiamo lungamente meditando sui Suoi quesiti, onde risponderLe con la massima chiarezza e completezza. Pur essendo decisioni assunte dal precedente Consiglio, quelle che Lei non approva sono scelte che sottoscriviamo pienamente. Siamo consapevoli del fatto che non tutti i tesserati le condividono, ma governare vuol dire anche assumersi la responsabilità di ciò che si porta avanti, ed è quello che intendiamo fare da qui alla fine del mandato. Saranno poi gli Orientisti a valutare se il nostro operato è stato all'altezza delle aspettative in base alle quali ci hanno eletto.
Riceverà comunque quanto prima una risposta più dettagliata.
Porgendo cordiali saluti
il Pres.Gazz.

Risposta 2
Egr. Tesserato TN3092,
non essendo le Sue richieste state presentate secondo le modalità conformi al regolamento 35F/1995 di cui all'art. 45 comma 4 lettera C della normativa 354 del 1993, codesta Federazione è sollevata dal dovere di risponderLe.
Saremo lieti di farlo non appena le medesime saranno riformulate in ottemperanza con i dettami di cui sopra.
Porgendo cordiali saluti
il Pres.Gazz.

Risposta 3
Caro Dario,
io e tutto il consiglio direttivo ci stiamo facendo un paiolo così per i mondiali ormai prossimi, e abbiamo a malapena il tempo per andare al cesso in bagno. Abbi quindi un po' di pazienza, cercheremo di risponderti dopo il mondiale, che è una cosa un po' più importante della tua mail.
Ciao
il Pres.Gazz.

Risposta 4
Carissimo Pedrotti,
quelle di abolire la notturna e la qualifica negli italiani middle non ci sono sembrate delle scelte particolarmente brillanti, ma non possiamo comportarci come se prima di noi ci fosse stato il nulla. Se tali scelte sono state fatte, è perché una parte del nostro movimento riteneva fossero giuste, e stiamo quindi cercando di capire come venirne fuori nel modo migliore per tutti.
Grazie comunque per il positivo stimolo
il Pres.Gazz.

Risposta 5
Ma sai che stiamo cercando di capirlo anche noi? Tutti quelli con cui abbiamo parlato fino ad ora, nei ritagli di tempo che comunque le mille cose da fare per la FISO e i lavori che ognuno di noi deve portare avanti nella sua vita privata, dicono che non ne sanno nulla e che è stato un altro a decidere.
Ne verremo fuori, prima o poi, e poi decideremo insieme sul da farsi
Viva l'orientamento!
Il Pres.Gazz.
- - - 

Dato che a poco meno di 2 mesi dalla mia mail e dal mio post il Presidente Gazzerro una risposta non l'ha data, nell'attesa che ne arrivi una sua, potete scegliere quella che vi piace di più fra quelle sopra del Pres.Gazz.

Nel continuare fiducioso l'attesa (ricordando anche che la pagina facebook La FISO dopo Londra con cui era stata lanciata la sua candidatura lasciava molto ben sperare quanto a dialogo con i tesserati), riporto nuovamente il testo inviatogli, pregando anche qualche consigliere che leggesse il mio blog, di sottoporla al Presidente, nel caso per qualche motivo non gli fosse mai arrivata.



Da: Dario Pedrotti (dario.pedrotti@gmail.com)
Data: 31 dicembre 2013 23.41.05 GMT+01.00
A: presidente@fiso.it
Oggetto: lettera aperta

Gentile Presidente Gazzerro,
al posto di un "discorso del Presidente" ci tengo a concludere questo 2013 con una "lettera al Presidente", per sincerarmi che siano giunte nelle sedi adeguate un paio di domande che fra gli orientisti circolano da un po', e che non mi risulta abbiano ricevuto risposta.

1) Perché è stata eliminata la gara di qualifica dei campionati italiani middle? Una parte significativa di alteti trovava molto stimolante questa formula, unica nel panorama delle gare nazionali, e non si capisce il motivo del suo annullamento. La voce che gira è quella che non si è voluto appesantire società e atleti con trasferte di due giorni, ma il calendario 2014 prevede molte più trasferte di due giorni di quelle dell'anno passato, quindi questa spiegazione non sembra quella giusta.

2) Perché in Italia non abbiamo nessuna gara nazionale in bosco in notturna a sequenza obbligata e partenza a scaglioni? Coppa Italia o campionato italiano che sia, si tratta di una gara estremamente suggestiva, di cui si sente molto la mancanza, e della quale non si è capito il motivo della cancellazione.

Colgo l'occasione anche per dire che non sono d'accordo con l'articolo su Azimut che auspica che anche la FISO si muova in direzioni simili a quelle della Strong Man Run: più che preoccuparsi di attirare per un giorno pubblici oceanici (non mi risulta che chi corre quel tipo di gara si metta poi a correre le gare FIDAL se non lo faceva già prima), credo dovremmo preoccuparci che altri tesserati FISO non abbandonino il nostro meraviglioso sport.

Può rispondere direttamente al mio indirizzo oppure sul mio blog, dove pubblico questa lettera, quale spunto di confronto per quanti vorranno esprimere la loro opinione (sperando che un giorno  Azimut o il sito FISO possano essere quello strumento di dialogo che attualmente manca).
Auguro a Lei e a tutti gli atleti una stagione 2014 piena di soddisfazioni.
Dario Pedrotti

Commenti

Posta un commento

non lasciate commenti anonimi, suvvia...

Post popolari in questo blog

Trento - Cima Ghez, con brivido

Il mio Adamello Ultra Trail

Niente 1° di Oricup!