VVV

Voglio Vincere Venezia.
Ma non voglio solo vincere Venezia.

Voglio anche vibrare con le 4400 persone che corrono il MOV.
Andare in bagno 3 volte prima del via.
Gustare il magico minuto dal -1 allo start.
Ascoltare con tutti i nervi tesi i 5 pib che separano il prima dal durante.
Sfogare l'impazienza strappando la carta dall cassetta e gettandoci il primo sguardo vorace.
Percepire i colori più improbabili e tutti i cambi di luce fra i calli.
Esultare per ogni lanterna scovata dietro un pozzo o in fondo a un sottoportego.
Sentire i muscoli che si tendono ad ogni scalino di ognuno dei 100 ponti.
Infilarmi a tutta velocità in vicoli poco più larghi di me.
Sorridere velocemente ad un passante che ho mancato di un pelo.
Sentire le gambe che corrono a tutta e il cervello che corre più veloce di loro. 
Sorprendermi per ogni piazzetta che si apre davvero dove sembrava impossibile.
Vivere in quella bolla in cui esiste solo il tuo percorso sulla mappa.
Fare slalom fra i camerieri dei ristoranti a sinistra del ponte di Rialto.
Resistere alla tentazione di passare da Piazza San Marco solo perchè è bella.
Sentire l'odore dell'acqua immobile nei canali. 
Incazzarmi per un errore da 5''.
Sentire i passi nel silenzio delle zone di Venezia dove solo gli orientisti si spingono.
Sentire i muscoli che gridano ad ogni ripartenza dopo un'ora di gara.
Sbucare sulla riviera degli schiavoni e buttare fuori quello che ancora avanza.
Smettere di respirare per 2'' mentre all'arrivo mi dicono se "all punches are ok".
Agitarmi nel leggere il tempo di chi è arrivato prima di me.
Agitarmi nel vedere il tempo di chi arriva dopo di me.
Pensare quanto è brutto il trofeo sperando ce ne sia uno anche per me.
Comperare le cartoline di o-auguri natalizi che i nordici vendono all'arsenale.

Voglio Vincere Venezia. Ma non solo.









Commenti

  1. se riuscirai veramente a battere tutti questi sarai diventato veramente ma veramente un ori-fico

    a me sembrano almeno 10 quelli forti quanto te...

    TIHOMIR SALOPEK
    PEDRO PASION
    TOM HERREMANS
    BIANCHI MASSIMO
    PIN ROLAND
    MATTHIAS MAHR
    VISIOLI ANDREA
    CARBONE GIANLUCA
    LANZ DIETMAR
    WEITLANER ANDREAS

    RispondiElimina
  2. Con il senno di poi ci sei andato veramente vicino, ma era abbastanze facile senza l'avversario puù ostico, occhio però che da domani rientro e il mio programma per il 2012 è battere DARIO PEDROTTI sempre e comunque!!!!!
    Mike Trent-O

    RispondiElimina

Posta un commento

non lasciate commenti anonimi, suvvia...

Post popolari in questo blog

Trento - Cima Ghez, con brivido

Il mio Adamello Ultra Trail

Niente 1° di Oricup!